Le Bars-Tosi e Milanese nello staff di Rubi antiqua

In News

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Parigi – Dopo i riscontri di successo ottenuti da stampa e addetti ai lavori per il primo incontro bilaterale tra i partner italiani e francesi del progetto, avvenuto in Puglia nello scorso mese di settembre, Rubi antiqua prende rapidamente corpo e sostanza.
Nella sede parigina di Anhima, “casa madre” dell’equipe, alla presenza della direttrice di Dipartimento Violaine Sebillotte Cuchet e del Segretario Generale Bertrand Darly, mercoledì 14 gennaio la dott.ssa Florence Le Bars-Tosi ha siglato ufficialmente il contratto che la legherà alla squadra guidata dal capo equipe Daniela Ventrelli. La ratifica di questo accordo rafforza notevolmente le finalità del progetto, che, in questo sens20150116_171137_5 o, si fa portatore di una forte azione di scouting sui talenti internazionali presenti nel settore della ricerca storico-archeologica. Florence Le Bars-Tosi porta in dote a Rubi antiqua i suoi preziosi studi maturati alle Università di Parigi Ouest e Federico II di Napoli, dove ha conseguito lo scorso anno il dottorato di ricerca, con uno studio sul rapporto tra i Francesi e l’archeologia nel Regno di Napoli durante il Decennio francese (1806-1815). Il contratto avrà una durata iniziale di 6 mesi, con rinnovo successivo per un nuovo semestre attraverso una “vacation” (forma contrattuale part- time meno garantita da un punto di vista contributistico, ma purtroppo necessaria per rientrare nel budget). L’operazione è stata finanziata con i fondi del Piano Cultura 2014 promosso dall’Assessorato al mediterraneo, cultura e turismo della Regione Puglia. Alla dott.ssa Le Bars-Tosi, a partire da Luglio 2015, seguirà l’ingresso ufficiale nel team RA del dott. Andrea Milanese, Conservatore presso la Soprintendenza Speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei, coinvolto anch’egli grazie ad un’iniziale “vacation” semestrale, che sarà rinnovata ogni anno, tramutandosi in un contratto adeguato al ruolo e ai titoli del noto professionista, la cui fama è internazionalmente riconosciuta.
La difficoltà di reperimento fondi per l’assunzione stabile dei ricercatori, e la particolare forma contrattuale descritta, testimoniano quanto sia complessa l’opera di stabilizzazione dei ricercatori impegnati nello sviluppo di Rubi antiqua. Al fine di superare queste difficoltà e di dare al progetto una propulsione sempre più forte, il direttivo di Rubi antiqua si è posto, tra gli obiettivi dell’anno appena cominciato, quello di stimolare maggiormente il coinvolgimento delle Istituzioni territoriali italiane e francesi, ma anche il mecenatismo di singoli privati o aziende. In virtù delle finalità progettuali così fortemente improntate alla valorizzazione dei territori oggetto di studio, sarà fondamentale ricevere la piena collaborazione dagli stakeholders delle aree interessate, per cui RA rappresenta una formidabile opportunità per promuovere azioni di mecenatismo con un importante ritorno di immagine a livello internazionale.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.